Pensionamento

Piano finanziario per il pensionamento: come metterlo a punto?

Chi vuole prepararsi seriamente alla propria vecchiaia deve poter far riferimento a un piano finanziario serio. Questo le indicherà esattamente l’andamento delle sue entrate, delle sue uscite e del suo patrimonio in futuro, vale a dire fino e dopo il pensionamento.

Claudio Costi
Esperto in pensionamento

Un piano finanziario può rappresentare diversi scenari. È possibile, ad esempio, confrontare gli effetti sul lungo termine per quanto concerne il tipo di riscossione degli averi previdenziali sulla scorta di stime di calcolo. Questo aiuta a decidere quanto capitale della cassa pensioni si può percepire come rendita e quanto riscuotere in forma di capitale. 

Scheda informativa

Come rendere sicuro il reddito dopo il pensionamento

Il capitale accumulato durante tutta la vita va investito in modo tale da poter disporre sempre del reddito necessario. Legga la scheda informativa per capire come fare.

Il piano finanziario fornisce anche informazioni sulla parte del patrimonio non indispensabile per garantire il reddito a breve termine. Questa quota di denaro può essere così investita per un periodo più lungo, al fine di conseguire un rendimento maggiore. La speranza di vita statistica fornisce un’indicazione sulla durata minima che un calcolo di previsione deve considerare. Oggi si stima che un uomo 65enne possa vivere in media ancora 18 anni. Le donne vivono in media quattro anni più a lungo dei rispettivi coetanei.  

In caso di una pianificazione a lungo termine relativi al tenore di vita, l’inflazione può pesare in modo significativo. Essa riduce il potere d’acquisto del denaro e incrementa di riflesso negli anni la necessità del reddito. Chi spende 5000 franchi al mese oggi, con un’inflazione annua del 2 percento tra dieci anni spenderà circa 6100 franchi per mantenere l’abituale tenore di vita; tra 20 anni, circa 7500 franchi.

Se le entrate non tengono il passo con il rincaro, la lacuna reddituale aumenterà di anno in anno. La maggior parte delle casse pensioni non compensa il rincaro – o solo in parte. L’AVS adegua le sue rendite di vecchiaia almeno ogni due anni. Tuttavia, è possibile che in futuro l’AVS applichi l’adeguamento al costo della vita in funzione delle sue condizioni economiche.

Eviti ipotesi non realistiche nel suo piano finanziario e preveda riserve sufficienti. Controlli che il suo reddito sia garantito anche se si dovesse vivere più a lungo di quanto ipotizzato oppure far fronte a delle spese impreviste, un calo del rendimento dei suoi investimenti o un aumento dell’inflazione. E controlli sistematicamente il suo piano: in caso di variazioni della sua situazione familiare o abitativa o delle condizioni quadro legali, adegui il suo piano finanziario.

In caso di dubbi, richieda il supporto di un consulente indipendente specializzato in pianificazione del pensionamento. Consulenti pagati a commissione purtroppo raccomandano solitamente le soluzioni e i prodotti sui quali guadagnano meglio. 

Consulenti indipendenti richiedono un onorario per i loro servizi. Tuttavia non ogni consulente che calcola un onorario è davvero indipendente.  Anche i consulenti bancari a volte richiedono un onorario per la loro consulenza; come offerenti di prodotti sono tuttavia non completamente liberi da conflitti. 

Vuole prepararsi per bene al suo pensionamento? Ordini la nostra checklist o si rivolga ai nostri esperti del pensionamento nella succursale VZ a lei più vicina.