Cassa pensioni

Cosa succede se la copertura della cassa pensioni è insufficiente?

Generalmente, per valutare la solidità finanziaria di una cassa pensioni si fa riferimento al grado di copertura.

Dario Aventaggiato
Esperto in cassa pensioni

Il grado di copertura evidenzia il rapporto tra gli obblighi a cui deve far fronte una cassa pensioni e il suo patrimonio. In concreto: se il grado di copertura supera il 100 percento, la cassa pensioni è, al momento del calcolo, in grado molto presumibilmente di ottemperare a tutti i propri obblighi finanziari. Se, invece, il grado di copertura è inferiore al 90 percento, la cassa pensioni interessata è obbligata a introdurre misure di risanamento.

L’obbligo al risanamento è previsto per legge, specie per insufficienze di entità notevole. Si operano infatti delle distinzioni. Una copertura insufficiente è di minima entità se la cassa pensioni è in grado di risanarla nel giro di cinque anni, senza introdurre misure mirate. Se non fosse possibile, la copertura insufficiente verrebbe considerata sensibile e sarebbe necessario integrare dei provvedimenti. Qui di seguito le misure di risanamento più importanti.

  • Verifica e adeguamento della strategia d’investimento
  • Remunerazione minima dei capitali di risparmio
  • Compensazione da parte del datore di lavoro
  • Deposito di riserve di contributi del datore di lavoro con rinuncia di utilizzazione
  • Riscossione di un contributo di risanamento (paritetico) del datore di lavoro e del dipendente
  • Riduzione di prestazioni