Immobili

Le proprietà condominiali celano un potenziale di conflitto enorme

Chi vuole acquistare un appartamento in condominio o costruire una proprietà condominiale dovrebbe informarsi in dettaglio su tutti i vantaggi e gli svantaggi.

Gabriella Mannino

Perito immobiliare

Molti titolari di appartamenti condominiali realizzano solo in seconda battuta cosa significa acquistare immobili in comproprietà oppure sottovalutano quello che comporta un edificio con più appartamenti costruito sul loro terreno.

Segua l’andamento dei tassi e del mercato ipotecario e riceva preziosi consigli per la sua strategia:

Comprare un appartamento in condominio

Chi acquista un appartamento condominiale già esistente è vincolato alle disposizioni messe a punto in precedenza dai comproprietari. Questo è solitamente fonte frequente di conflitti.

Per evitare brutte sorprese, bisognerebbe leggere con grande attenzione il regolamento, l’atto costitutivo e i protocolli delle passate assemblee. In questo modo si viene a conoscenza di eventuali problematiche ancora in corso, della ripartizione dei costi di manutenzione e di quali siano le maggioranze riconosciute nelle votazioni.

Si dovrebbe verificare inoltre se il fondo di rinnovo abbia risorse sufficienti, perché, in genere, è quasi sempre vero il contrario. E in tal caso, nell’eventualità di una sanificazione degli spazi comuni, saranno i proprietari dei singoli appartamenti a dover pagare.

Anche chi compra un nuovo appartamento su carta deve fare attenzione a tutte le clausole riportate a caratteri minuscoli. I contratti di acquisto sono, in genere, unilateralmente a favore die venditori – soprattutto se si tratta di imprese generali (IG). Gli acquirenti sprovveduti, se ignorano o interpretano male le clausole più ambigue, possono collezionare noie e ingenti costi aggiuntivi. Le IG, ad esempio, delegano le prestazioni di garanzia agli acquirenti. In altre parole: sono gli acquirenti a doversi confrontare con gli artigiani se si verificano difetti o mancanze nella costruzione

Costruire un condominio

Chi possiede una vecchia casa con terreno e libera quota di sfruttamento può decidere di demolirla e costruire un edificio con appartamenti condominiali, scegliendo di venderli o affittarli.

Chi opta per la vendita dovrebbe verificare quali sono i risvolti dal punto di vista fiscale. Questo perché è molto probabile che le autorità del fisco identifichino il proprietario come un commerciante professionista. Come tale, si vedrà applicare sull’utile di vendita, oltre alle imposte sugli utili da sostanza immobiliare e, in base al cantone, alle imposte sul reddito, pure l’imposta federale diretta e i contributi AVS: questi, da soli, possono ammontare anche al 20 percento dell’utile. Tra l’altro, essere riconosciuto come professionista nelle vendite immobiliari ha effetti sulla tassazione di tutti gli immobili di cui si è già in possesso o che si compreranno in futuro.

Anche coloro che scelgono semplicemente di affittare i nuovi appartamenti non possono permettersi di sottovalutare gli effetti fiscali – non più di quanto non farebbero con tutto il lavoro e i costi legati alla locazione.

Vuole saperne di più? Fissi un appuntamento non vincolante presso la succursale VZ di Lugano.