Condividi questa pagina

Come si redige il testamento

Se una persona defunta non ha disposto diversamente, è la legge a stabilire come viene suddiviso il patrimonio ereditario e chi ne sono i beneficiari. Spesso tuttavia, la successione legittima non corrisponde alle volontà del testatore. Può accadere ad esempio, che il coniuge superstite o un’altra persona molto cara al defunto vengano svantaggiati. O che ne approfitti qualcuno che, agli occhi del testatore, non lo meriterebbe affatto.

Chi non è d’accordo con la divisione dell’eredità prevista per legge, può cambiare la successione con una disposizione testamentaria. Lo strumento più usato è il testamento. Questo deve soddisfare direttive di contenuto e di forma, altrimenti può, a seconda delle circostanze, essere invalidato o impugnato dagli eredi sfavoriti.

La presente scheda informativa rappresenta una guida valida e completa in materia.

Prezzo: gratuito