Limiti nel prelievo dell'avere di previdenza per l'acquisto di un'abitazione

Lo Stato incentiva la proprietà di abitazione e consente di prelevare anticipatamente l'avere della cassa pensioni e del pilastro 3a per il finanziamento di un'abitazione o come costituzione in pegno per il creditore ipotecario.

All'acquisto di un'abitazione di proprietà, le banche considerano questo patrimonio come mezzi propri. Per l'avere della cassa pensioni si applicano alcune limitazioni: chi acquista un'abitazione di proprietà è tenuto a procurarsi almeno il 10 percento del prezzo di acquisto da altre fonti di mezzi propri. Chi possiede già un'abitazione di proprietà può farsi versare l'avere di previdenza per ripianare il proprio debito ipotecario.

Fino all'età di 50 anni è possibile ritirare l'intero capitale della cassa pensioni. Le persone più anziane ottengonol'importo che avrebbero potuto riscuotere anticipatamente all'età di 50 anni oppure metà dell'avere attuale, a seconda dell'importo maggiore.

Presso la maggior parte delle casse pensioni sono consentite riscossioni anticipate fino a tre anni prima del pensionamento. Il versamento anticipato deve ammontare almeno a 20'000 franchi e tra due versamenti devono trascorrere almeno cinque anni.

Il conto 3a può essere liquidato solo per intero

I prelievi dell'avere del pilastro 3a devono anch'essi essere intervallati da un periodo di cinque anni. Per il prelievo dell'avere 3a la legge non prescrive importi minimi. Tuttavia, la maggior parte delle fondazioni 3a non accetta prelievi parziali, procedendo al versamento di tutto il patrimonio direttamente su un conto.

Possono passare fino a sei mesi prima che la cassa pensioni effettui il versamento anticipato. Richieda una conferma scritta alla sua cassa pensioni circa il versamento del capitale prima dell'appuntamento dal notaio per il trasferimento della proprietà.

Restituzione di un prelievo anticipato del secondo pilastro

L'avere della cassa pensioni – o del pilastro 3a – è soggetto all’imposta sul reddito al momento del prelievo. Se si decide di restituire il denaro prelevato per la proprietà abitativa, è possibile farsi rimborsare tali imposte. Il diritto al rimborso delle imposte si estingue trascorsi tre anni dalla restituzione del prelievo anticipato.

Alcune casse pensioni consentono di ripagare il capitale prelevato per la proprietà d’abitazione solo fino a tre anni dal pensionamento.

Condividi questa pagina