Consigli sulla previdenza: AVS, cassa pensioni, terzo pilastro

Newsletter del 22 maggio 2020

Si tenga regolarmente aggiornato sui temi concernenti l'AVS, la cassa pensioni e il terzo pilastro. In questo modo può pianificare il suo pensionamento per bene e a tempo debito.

Con la crisi, pianificare il pensionamento diventa un dovere

La pandemia mette in ginocchio anche la previdenza. Solo con una pianificazione puntuale si possono evitare lacune finanziarie importanti dopo il pensionamento. 

Come si ripercuote la crisi da Coronavirus sulla nostra previdenza? Le conseguenze più significative in sintesi.

AVS: l’AVS viene finanziata dai contributi degli assicurati attivi. A seguito della pandemia, la Svizzera, come il resto del mondo, ha accusato il colpo. Entrate in calo a seguito della recessione e, al contempo, uscite in aumento a causa dell'imminente pensionamento della generazione dei baby boomer.

Cassa pensioni: la situazione delle casse pensioni diventa sempre più critica e le rendite continuano a ridimensionarsi. La causa è una combinazione di più fattori: interessi bassi – addirittura negativi –, speranza di vita in aumento, età AVS fissa e rendite troppo elevate. Per avere un’idea dell’evoluzione in corso, torniamo al 2002: allora, un 55enne poteva aspettarsi una rendita di circa 45'300 franchi all’anno; oggi invece, un futuro pensionato dovrà accontentarsi di 29'400 franchi – 1325 franchi in meno al mese. Ma: visto che interessi e aliquote di conversione continuano a scendere, la rendita mensile si ridurrà ulteriormente – addirittura di 1575 franchi al mese.

Cassa pensioni: rendite in costante calo
Esempio: uomo di 55 anni, reddito assicurato CHF 120'000; avere di vecchiaia 18 percento; avere a 55 anni CHF 250'000 franchi, di cui CHF 125'000 assicurati con LPP obbligatorio (indicazioni in CHF)
Cassa pensioni: rendite in costante calo

Pilastro 3a: anche la previdenza privata non resta immune al calo generale. Le banche remunerano i conti 3a in media con lo 0,16 percento – ancor meno rispetto al 2019. La remunerazione è praticamente nulla perché decade anche l’effetto dell’interesse composto. E: nessun miglioramento in vista, poiché molte banche centrali hanno ridotto ulteriormente i loro interessi.

Consigli per la pianificazione

Solo grazie a una pianificazione puntuale, è possibile evitare perdite finanziarie dopo il pensionamento. Verifichi pertanto già oggi come evolverà la sua situazione finanziaria in futuro.

1. Budget: allestisca un budget e calcoli quanto deve risparmiare.

2. Piano finanziario: metta a punto un piano finanziario che rilevi l’andamento di entrate, uscite e capitale fino ai 64/65 anni e oltre. Ciò l’aiuta a rendere sicuro il reddito fino a età avanzata e a ridurre le imposte. Solo grazie a un piano finanziario mirato, ad esempio, una coppia sposata può riuscire a risparmiare 130'570 franchi (si veda tabella).

Un piano finanziario serio è redditizio
Esempio: coppia sposata di Lugano (55 e 56 anni); reddito imponibile CHF 180'000; 6 riscatti CP da CHF 10'000; CHF 120'000 nel pilastro 3a. Lui riscuote l’avere CP in forma di capitale, CHF 430'000; lei lo percepisce come rendita e riscuote CHF 100'000 dell’avere di libero passaggio a 69 anziché a 64 anni (calcolo senza imposta ecclesiastica)
Un piano finanziario serio è redditizio

3. Cassa pensioni: rendita, capitale o la combinazione delle due opzioni? Valuti attentamente come voler riscuotere il suo avere di cassa pensioni. Attenzione: non si faccia influenzare dall’andamento dei mercati del momento. In genere, infatti, quando la borsa vola, il capitale sembra la scelta più appetibile, mentre con i corsi in ribasso si preferisce la sicurezza di una rendita a vita. Bisognerebbe invece riflettere sul lungo termine: con una speranza di vita di 85 anni, l’orizzonte di investimento dopo il pensionamento, a 64/65 anni, è solitamente di 20 anni e oltre. Con una prospettiva così lunga, il cattivo andamento a breve termine dei mercati ha effetti marginali. 

Nell’esempio esplicativo, coppia sposata di Lugano, il marito decide di riscuotere il capitale, la moglie di percepire la rendita. Due i motivi di questa scelta. Il primo è di natura fiscale. Solo grazie a questa soluzione, la coppia risparmia ben 70'000 franchi. Il secondo è di natura tecnico-assicurativa: la cassa pensioni della moglie applica un’aliquota di conversione più elevata rispetto a quella del marito. Quindi anche la sua rendita sarà più consistente.

4. Consumo del capitale: è auspicabile consumare i risparmi per gradi. Un piano finanziario le mostra di quanto denaro deve disporre a medio termine per garantirsi un reddito aggiuntivo e a quanto ammonta la quota che le servirà solo più avanti. Tale quota può essere investita a lungo termine, il che le consente di ottenere un maggiore rendimento.

5. Successione: il denaro che resta va alla famiglia. In molti casi questo migliora nettamente la situazione finanziaria del partner superstite – a patto che si sia agito per tempo con un testamento o una convenzione matrimoniale.

6. Investimenti: non faccia esperimenti azzardati. Per la maggior parte degli investitori, un rendimento conforme al mercato è un obiettivo più che discreto. Puntare su fondi gestiti attivamente è rischioso e costa parecchio: meglio optare per investimenti più convenienti come gli ETF.

7. Ipoteche: decida diversi anni prima di andare in pensione se e quanto vuole rimborsare della sua ipoteca. Quindi adegui la sua strategia ipotecaria.

Vuole mantenere il suo tenore di vita abituale dopo il pensionamento? Agisca subito. Trova ulteriori informazioni sull’argomento nella scheda informativa gratuita. Oppure fissi un appuntamento non vincolante presso la succursale VZ di Lugano. Se preferisce un appuntamento a distanza, può contattarci con una videochiamata

Ordinare la scheda informativa "Lista controllo pensionamento"

Fissare un appuntamento

Videoconsulenza

Condividi questa pagina