Lo scambio automatico di informazioni (SAI)

Per scambio automatico di informazioni (SAI) si intende uno standard nel settore tributario, che definisce in che modo i paesi partecipanti si scambiano reciprocamente informazioni sui conti bancari e i depositi esteri dei contribuenti. Lo standard SAI è stato sviluppato e rilasciato dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD).

L'obiettivo è quello di evitare l'evasione fiscale. Lo standard SAI viene introdotto a livello globale, sono circa 100 i paesi già impegnati per la sua attuazione. I paesi partecipanti varano leggi nazionali al fine di implementare lo standard SAI. 

Ai sensi della LSAI – la Legge federale sullo scambio automatico internazionale di informazioni in materia fiscale entrata in vigore in data 1° gennaio 2017 – tutti gli istituti finanziari presenti nei paesi aderenti, quindi anche VZ Banca di Deposito SA, hanno l'obbligo di identificare tutti i clienti che risiedono in un altro paese aderente. Appena viene identificata una persona soggetta all'obbligo di notifica, l'istituto finanziario notificherà annualmente le informazioni rilevanti all'Amministrazione federale delle contribuzioni AFC, le quali a loro volta trasmetteranno questi dati alle autorità fiscali competenti del paese di residenza della persona soggetta a obbligo di notifica.

I paesi con i quali la Svizzera ha firmato un accordo sullo scambio automatico di informazioni a fini fiscali sono riportati sulla Lista della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI.

Attenzione: VZ Banca di Deposito SA non può offrire alcuna consulenza fiscale. Se vuole una consulenza di questo tipo, si rivolga al suo consulente esperto in materia fiscale e legale. 

VZ Banca di Deposito

Condividi questa pagina