Imposte

Dichiarazione d’imposta: ha integrato tutte le uscite deducibili?

Nella maggior parte dei cantoni, la dichiarazione d’imposta va inoltrata alla fine di marzo – in Ticino ha ancora tempo fino a fine aprile. Non commetta però l’errore di affrettarsi, altrimenti corre il rischio di dimenticare di integrare tutte le spese fiscalmente deducibili sostenute nel corso dell’anno – e di pagare più tasse del dovuto.

Markus Stoll

Esperto in imposte

Risparmiare sulle imposte si può. Come? Una delle modalità è quella di compilare la dichiarazione in modo completo, riportando tutte le spese fiscalmente deducibili sostenute per gli investimenti, le proprietà immobiliari e la previdenza. Quali sono?

1) Costi di gestione patrimoniale e interessi negativi

Solitamente, si possono dedurre le spese di tenuta del deposito e i costi di estratto fiscale, recupero cedole e cassette di sicurezza. Non deducibili sono invece le spese di compravendita di titoli (ad es. provvigioni e tasse di bollo), gli onorari per i consulenti, le commissioni e le tasse di emissione. In alcuni cantoni, si è autorizzati a dedurre fino al 3 per mille del patrimonio investito in maniera forfettaria se amministrato da terzi.

Consiglio: deve alla sua banca interessi negativi? Questi non sono equivalenti agli interessi debitori che rientrano tra i debiti. Però può dedurli come costi di gestione patrimoniale.

2) Proprietà abitativa

Se possiede una casa o un appartamento può dedurre parecchio: oltre agli interessi ipotecari sono considerate uscite deducibili anche i premi assicurativi e i costi per manutenzione e gestione da parte di terzi.

Scheda informativa

Consigli per risparmiare sulle imposte

Ridurre l'onere fiscale è possibile: legga come fare in questa scheda informativa. 

In questo ambito, si possono rivendicare i costi effettivi oppure un importo forfettario. Chi sceglie di dedurre i costi effettivi dovrebbe ricordarsi di riportare i premi dell’assicurazione cose e quelli di responsabilità civile attinenti all’edificio. I titolari di un appartamento in condominio possono anche dedurre i depositi nei fondi di rinnovo.

3) Ristrutturazioni e risanamenti

Dal reddito imponibile si possono detrarre tutti quegli investimenti atti a mantenere il valore della proprietà immobiliare – al contrario di quelli finalizzati a incrementarlo. Anche per questa ferrea regola esiste un’eccezione: nella maggior parte dei cantoni è possibile dedurre tutti gli investimenti che abbiano l’obiettivo di risparmiare energia o proteggere l’ambiente rivendicandoli come costi per la manutenzione, anche se in realtà vanno a incrementare il valore della proprietà. Dal 1° gennaio 2020, gli interventi destinati all’efficienza energetica possono essere estesi a tre anni, a patto che nell’anno in cui si sono sostenuti non siano stati già computati fiscalmente per intero.

Consiglio: in genere le ristrutturazioni contemplano lavori di ogni genere. Prima di avviare i lavori, verifichi quali uscite vengono riconosciute quali deducibili dall’ufficio delle imposte.

4) Seconde case

I redditi e i valori locativi vengono tassati anche quando le residenze secondarie restano vuote per periodi molto lunghi. Inoltre, chi decide di affittarle deve dichiarare anche gli affitti. In questo caso è possibile ridimensionare il valore locativo. Affittando l’appartamento ammobiliato, si può dedurre qualcosa anche per l’usura.

5) Previdenza e pensionamento

Rendite erogate da AVS e cassa pensioni sono tassabili al 100 percento come reddito, mentre i prelievi in forma di capitale da 2° e pilastro 3a vengono tassati una tantum e a una tariffa più contenuta. Per calcolare le imposte sul versamento, le autorità fiscali sommano tutti i prelievi di un anno e, nella maggior parte dei cantoni, vi aggiungono anche quelli del coniuge. Conviene pertanto ripartire i prelievi su più periodi fiscali, al fine di interrompere la progressione (tabella).

 

Più complicato è la liquidazione in capitale da parte del datore di lavoro al termine dell’attività lavorativa. In tal caso viene applicata una tariffa agevolata, qualora la liquidazione abbia un carattere previdenziale.

Consiglio: chi va in pensione anticipatamente deve continuare a versare contributi AVS fino al raggiungimento dell’età di pensionamento ordinaria. Tali contributi possono essere dedotti dal reddito imponibile.

Vuole evitare di pagare tasse non dovute? Ordini la scheda informativa gratuita Consigli per risparmiare sulle imposte. Oppure fissi un appuntamento non vincolante presso la succursale VZ di Lugano.